Seguici anche su: Sagre in Puglia su FacebookSeguici su Google+ Seguici su Twitter Seguici su Pinterest

Email Stampa

Convegno ''I figli della terra di nessuno'' ad Otranto - 9 giugno 2012

Evento 

Titolo:
Convegno ''I figli della terra di nessuno'' ad Otranto - 9 giugno 2012
Quando:
09.06.2012 - 09.06.2012
Dove:
Otranto - Otranto
Categoria:
Iniziative

Descrizione

Convegno ''I figli della terra di nessuno'' ad Otranto - 9 giugno 2012“Convegno ''I figli della terra di nessuno'' ad Otranto"

presso l'Hotel Vittoria resort & spa
In memoria di Tonino Sammarruco - con Beppino Englaro
9 giugno 2012

Otranto (Le)

Il progetto “I figli della terra di nessuno”, con il patrocinio del Comune di Otranto, la casa di cura riabilitativa Euroitalia di Casarano, IPASVI di Lecce, Cittadinanzattiva del Tribunale per i diritti del malato e con la collaborazione di I.E.ME.S.T. (Istituto Euro Mediterraneo di Scienza e Tecnologia), I.R.C.E.M. (Istituto di Ricerca per il Centro Europa e il Mediterraneo) e dell’associazione diportisti Hydruntini, vede al primo posto l’organizzazione del Convegno che si svolgerà sabato 9 giugno 2012 presso l’Hotel Vittoria resort & spa di Otranto in memoria di Tonino Sammarruco, Dirigente dell’Ufficio attività produttive ed economiche del Comune di Otranto.

Un uomo di grande sensibilità, amava la sua terra, ne scrutava i particolari respirando l’antico senso della sua città. Facile per lui era spendere una parola in più per aiutare chiunque chiedesse un consiglio, professionale e non. Rispettoso e silenzioso ha lasciato un vuoto nel cuore di familiari, amici e colleghi. L’incontro di sabato 9 giugno sarà un momento per ricordare un uomo che ha lasciato un segno piccolo o grande in ognuno di noi!
L’idea di svolgere tale convegno nasce dalle riflessioni socio-giuridiche della dott.ssa Valentina Sammarruco, ricercatrice presso lo I.E.ME.S.T. di Palermo, scaturite a seguito della perdita del padre che, per più di due anni, sopravvivendo in stato vegetativo, andò ad aggiungersi alla già nutrita schiera di quei soggetti “giuridicamente latenti”, ovvero persi nei meandri normativi e burocratici sconosciuti ai più. È importante, quindi, per tutti coloro i quali non sanno e non immaginano cosa significhi l’espressione stato vegetativo e soggetto giuridicamente latente, ascoltare l’esperienza e le relative riflessioni di chi è in grado di descriverne con ricchezza i dettagli, i significati.
I lavori del Convegno affronteranno le problematiche afferenti lo stato vegetativo dal punto di vista clinico, evidenziando anche l’impegno trasversale del personale ospedaliero che, coniugato con la condizione psicologica di “pre lutto” che affligge i parenti, genera una commistione di speranza e paura propria di chi assiste al declino inesorabile del malato. Si ritiene, quindi, importante testimoniare e comprendere l’oggettiva impossibilità a garantire, talvolta, la dignitosa ed adeguata assistenza sanitaria anche alla luce delle difficoltà di budget che affrontano le strutture sanitarie pubbliche. L’analisi delle precondizioni di socializzazione tra parenti accomunati e portati a solidarizzare, quasi fossero una tribù, dalle paure sostenute ed alimentate dalla mancanza di conoscenza delle patologie attinenti lo stato vegetativo. L’esperienza di uno è l’esperienza dei molti e la sofferenza dei molti diventa sostegno. Sebbene questa riflessione non risolva in sé la problematica, può essere di supporto nell’affrontare le difficoltà dettate dalla convivenza con persone in stato vegetativo, imprigionate nella terra di nessuno. Di particolare importanza sarà sottolineare la situazione della Regione Puglia che oggi è tale per cui non esistono strutture idonee a garantire un’adeguata assistenza ai pazienti in stato vegetativo, ed infatti non è inusuale fare ricorso ad ospedali o cliniche private, poiché le strutture pubbliche non sono in grado di far fronte alle richieste dell’utenza.
Il convegno è uno degli strumenti attraverso i quali riuscire a parlare della patologia e “dei figli della terra di nessuno”, toccando tematiche interdisciplinari, quindi, lontano dai luoghi comuni e dalle considerazioni sostenute da vaga scientificità. Sarà un momento di confronto a carattere medico, giuridico e psico-sociale per cercare di riuscire a trasmettere informazioni non solo agli esperti del settore, ma a chiunque voglia comprendere cosa si intenda per “coma profondo e stato vegetativo”. Per tale motivo è stato fatto espresso invito ai relatori di utilizzare un linguaggio semplice e comprensibile. L’interdisciplinarietà sarà quindi elemento caratterizzante il convegno. In ultima analisi verrà affrontata la delicata ma attuale questione relativa alla sottoscrizione della dichiarazione anticipata di trattamento, ovvero il testamento biologico. Ad affrontare tale tematica sarà proprio il signor Beppino Englaro che noi tutti conosciamo come il padre di Eluana Englaro. Chi più di lui può disquisire di una tematica tanto delicata quanto attuale e sempre più presente nelle nostre vite? Un uomo che ha iniziato una battaglia che tutt’ora porta avanti perché il disegno di legge sulla dichiarazione anticipata di trattamento possa tramutarsi in decreto legislativo e dare così la possibilità a ciascun individuo di decidere della propria vita. Riconoscere a ciascun soggetto in condizioni di lucidità mentale la facoltà di esprimere le sue volontà in merito alle terapie che intende o non intende accettare, nell’eventualità in cui dovesse trovarsi nella condizione di incapacità di esprimere il proprio diritto di acconsentire o non acconsentire alle cure proposte per malattie o lesioni traumatiche cerebrali irreversibili o invalidanti, malattie che costringono a trattamenti permanenti con macchine o sistemi artificiali che impediscono una normale vita di relazione.

Il primo obiettivo del progetto è sensibilizzare al delicato argomento, far emergere le numerose problematiche, in particolare la quasi totale mancanza di strutture adeguate al caso e di personale qualificato, che circoscrivono la patologia. Allo scopo di far comprendere l’importanza del sostegno infermieristico nel trattamento di tali pazienti è stata inoltrata la richiesta di attivazione ADO (attività di didattica opzionale) per studenti del Corso di Laurea in Infermieristica Polo Didattico del Salento – Lecce con il riconoscimento di 1 CFU. Secondo, promuovere e pubblicizzare la Città di Otranto come Polo Scientifico d’avanguardia nella sensibilizzazione su problematiche di carattere sociale.
Per ulteriori info sul programma: comune.otranto.le.it.

Leggi tutti gli Eventi a Otranto (Le).

Leggi anche gli altri Eventi in Puglia di Oggi | Eventi in Puglia Domani | Eventi in Puglia nei prossimi 7 Giorni | Otranto News.

Sede

OtrantoMappa
Mappa
Sede:
Otranto   -   Sito web
Via:
Basilica, 10
Cap:
73028
Città:
Otranto
Provincia:
LE
Paese:
Paese: it

Descrizione

In questa pagina trovi l'elenco degli eventi e delle manifestazioni che si svolgono a Otranto. Gli eventi di Otranto sono catalogati per tipologia:
- Arte e Fotografia in Puglia - Otranto;
- Feste Patronali in Puglia -Otranto;
- Fiere in Puglia - Otranto;
- Iniziative in Puglia - Otranto;
- Manifestazioni in Puglia - Otranto;
- Concerti in Puglia - Otranto;
- Classica Lirica Sinfonica in Puglia - Otranto;
- Sagre e Folklore in Puglia - Otranto;
- Spettacolo in Puglia - Otranto;
- Vita Notturna in Puglia - Otranto.
Se conosci un evento che si svolge a Otranto, un evento non presente in elenco, iscriviti al portale ed inserisci l'evento gratuitamente. In alternativa contatta la redazione di Sagre in Puglia e richiedi l'inserimento.
Di seguito alcune informazioni utili relative alla città di Otranto.

Stato:  Italia
Regione:  Puglia
Provincia:  Lecce
Coordinate: 40°9′0″N 18°29′0″E
CAP: 73028
Codice ISTAT: 075057
Codice catasto: G188
Nome abitanti: hydruntini o otrantini
Santo patrono: beati martiri idruntini
Giorno festivo: 14 agosto

Non hai i permessi per aggiungere commenti. Devi prima registrarti nel sito.

Prossimi Eventi

Utenti on line

Abbiamo 395 visitatori e nessun utente online

Prossimi Eventi